Iter: il giro del mondo al bancone di un cocktail bar

L’aspetto che mi piace di più dell’essere un alcol blogger è quello di incontrare sul mio cammino professionisti che sanno fare davvero bene il mestiere di barman e mixologist.

Tra questi, c’è Flavio Angiolillo. Chi è Flavio?

Chi frequenta la Milano da bere sa già bene chi è e cosa fa. Per chi non ha questa fortuna, Flavio è tra i proprietari di locali simbolo di Milano. Parliamo di MaG Cafè (ne abbiamo parlato qui), BackDoor43 (il bar più piccolo del mondo), 1930 (uno degli speakeasy più importanti d’Italia), e Barba.
Un professionista che ha fatto del buon bere il suo marchio di fabbrica e che ha creato dei concept innovativi, valorizzando al massimo l’esperienza di assaporare cocktail miscelati con prodotti di alta qualità e con accostamenti ricercati.

Nei quattro locali presenti sul territorio milanese, si viene catapultati in un mondo parallelo, che va dall’epoca del proibizionismo alla singolarità di bere in un angolo di paradiso di 4 metri quadrati. Ma così come i sensi sono cinque, non poteva mancare il quinto locale con un’idea unica nel suo genere.

Sto parlando del nuovo locale inaugurato da poche settimane, sempre in zona Navigli: Iter.

Iter: brindisi di benvenuto
Iter: cocktail Piemonte e Campania

Se amate scovare le novità, di sicuro avrete già letto molto su questo locale (io personalmente avrò letto almeno una decina di citazioni su blog diversi).

Come aggiungere qualcosa di nuovo, se già è stato scritto tutto?

Il concetto su cui si basa Iter di per sé è molto semplice: ogni 6 mesi si sceglie una Nazione e si portano i sapori di quella Nazione nel bicchiere.

Frequentandolo spesso, quindi, potrete avere la possibilità di fare il giro del mondo comodamente seduti al bancone del bar.

Il locale ha pochi posti a sedere e viene consigliata la prenotazione. Gli arredamenti sono molto curati: shaker che diventano lampade, un tappeto stile Aladin appeso al soffitto, una grossa lavagna che ricorda quella delle vecchie stazioni su cui apparivano i treni in partenza, un mappamondo su ogni tavolo a ricordare il contesto in cui ci troviamo.

La lavagna di Iter
La lavagna di Iter

E ancora una carta dei cocktail realizzata con cartoline dell’Italia, un finto passaporto ad indicare che un tavolo è prenotato, un biglietto da visita a forma di carta d’imbarco.

Ma il protagonista principale di questo locale è il bancone.

Occupa buona parte degli spazi ed è valorizzato da bottiglie in vista e da vasche piene di ghiaccio, su cui poggiare il drink per tenerlo fresco.

Il bancone di Iter
Il bancone di Iter

Passiamo ai drink. Il primo Paese scelto per questa avventura alcolica è il nostro Bel Paese.

In Francia hanno il cognac, in Scozia il whisky, in Inghilterra il gin, l’Est Europa ha la vodka. E l’Italia?

L’Italia è famosa per vini, per il vermouth, gli amari e le grappe. Ogni cocktail ha lo scopo ben preciso di valorizzare i prodotti tipici di una regione italiana, in un viaggio sensoriale nei sapori che caratterizzano le nostre terre. Una sfida di certo non facile, ma il risultato finale è eccellente.

Un assaggio
Un assaggio

I drink di altissima qualità dell’Iter, in questi primi 6 mesi, hanno una nobile missione: far conoscere alla clientela alcolici tipici regionali, sconosciuti ai più.

Per i più esigenti, Iter è anche food. Potrete abbinare i vostri drink ad un menù senza pretese, per un ulteriore viaggio, in questo caso culinario, nei sapori italiani. Dalla colazione alla cena, passando per il brunch della domenica, i ragazzi di Iter vi aspettano per consigliarvi i più gustosi abbinamenti per il palato e l’umore.

Nota di merito per il brunch: in una città cosmopolita dove il brunch è rigorosamente in stile internazionale, qui viene celebrata la domenica della nonna nazionale. Nuova domenica, nuova nonna ai fornelli. Perché la domenica italiana a tavola è sacra.

Non vi resta che andare a trovarli a Milano in via Mario Fusetti 1, sempre zona Navigli, a pochi passi dal MaG e dal Backdoor43.

Volete seguirmi nei miei viaggi alcolici? Vi aspetto sulle pagine ufficiali di Roba da Alcolisti.

 

    Inviando la tua richiesta accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati personali da questo sito web

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.