I bar ai tempi del Covid-19

Tutti stiamo vivendo giorni irreali, chiusi in casa e lontani dalla routine che ha accompagnato le nostre giornate per settimane, mesi e anni. Attendiamo l’ennesima diretta televisiva per sentirci dire che la fase di lockdown è finita e che la normalità può riprendersi pian piano le nostre vite.

Molti di noi accedono in modo più frequente ai social e avrete sicuramente notato un numero maggiore di dirette live dove ci si racconta e ci si incontra per stare più vicini e meno soli.

Tra le tante dirette che affollano il nostro feed, troviamo moltissimi bartender o esperti del settore beverage che ci aprono le porte ai loro segreti e alle loro storie.

Si parla di come preparare il cocktail perfetto, quali sono gli ingredienti giusti e si evidenziano le differenze tra locali e città diverse.

Su un aspetto, però, sono tutti concordi.

L’emergenza Covid-19 sta mettendo in crisi il settore dell’hospitality di tutta Italia.

Ma come viene percepita da chi fa parte del settore questa emergenza che non può dirsi più solo sanitaria?

La guida BlueBlazer ai migliori cocktail bar d’Italia, di cui vi avevo parlato in questo articolo, ha somministrato un questionario ai gestori (proprietari e/o bar manager) di tutti i locali presenti all’edizione 2020, al fine di analizzare l’attuale condizione del settore e stimarne le prospettive economiche proponendo possibili soluzioni in ottica di ripresa.

Il tasso di risposta è stato molto alti, pari all’82,4% dei destinatari, con considerazioni che fotografano nel dettaglio ciò che questo mondo a noi tanto amato sta affrontando.

Qui vi illustro qualche risultato.

I fattori che generano la maggiore preoccupazione sono i canoni di affitto (70% del campione), seguiti dalle retribuzioni al personale (67%), la gestione dei fornitori (51%) e gli oneri relativi a finanziamenti o mutui (45%).

Differente è la stima del calo di fatturato per l’anno 2020 tra hotel bar e cocktail bar: il 45% dei cocktail bar stima un calo di fatturato superiore al 50% (di questi il 16% stima un calo superiore all’80%); il 79% degli hotel bar stima un calo di fatturato superiore al 50% (di questi il 32% stima un calo superiore all’80%).

Analizzando nel dettaglio le città di Roma e Milano, cuore pulsante del mondo hospitality, il 55% dei locali della capitale stima una perdita superiore al 50%, contro il 30% dei locali milanesi. La città meneghina sembra essere più positiva nella ripresa, rispetto alla città eterna.

Dati che confermano le preoccupazioni del popolo italiano.

A conclusione del questionario, il team di BlueBlazer ha posto una domanda aperta sui possibili interventi consigliati dai professionisti di settore per arginare la crisi in atto.

La quasi totalità del campione analizzato ha indicato come interventi necessari l’alleggerimento della pressione fiscale e l’accesso al credito da parte degli istituti bancari, con un sistema pensato ad-hoc che permetta di premiare le società più virtuose o quelle che sono in grado di garantire la piena occupazione.

Ma non solo. Tra gli interventi che sono stati maggiormente indicati nella ricerca, vanno segnalati la possibilità di favorire la produzione di distillati, vini, liquori e birre artigianali italiane attraverso forme di riduzione delle imposte indirette e il riordino della regolamentazione del settore, necessario anche per arginare il lavoro sommerso.

drink-OLD-FASHIONED-photo-by-Andrea-Di-Lorenzo-e-Alberto-Blasetti
Credits: OLD FASHIONED by Andrea Di Lorenzo e Alberto Blasetti

Intanto alcuni bar si stanno organizzando con il servizio di delivery a domicilio del cocktail preferito o con kit da aperitivo con bottiglie e stuzzichini. Ma quanto a lungo potrà reggere la situazione?

La speranza è che la ripresa sia vicina e che il nostro posto al bancone, con i nostri bartender di fiducia a coccolarci, presto tornerà a riempirsi della nostra presenza. Per un settore che ci ha dato tanto e al quale dobbiamo tanto.

#andràtuttobene?

Per i risultati completi alla ricerca e i grafici potete consultare il sito ufficiale BlueBlazer al link seguente:
https://bit.ly/2XSRQin

Non dimenticare di seguirmi sulla pagina Instagram RdA per le novità su locali, drink list e le migliori storie alcoliche. Ti aspetto lì…

    Inviando la tua richiesta accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati personali da questo sito web

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.